fbpx
Digital Marketing, Web Design

I 10 Errori del Content Marketing

Fare Content Marketing sembra semplice, giusto? Bene, in realtà non è poi così facile. La maggior parte di marketer e imprenditori alle prime armi commette stupidi errori che potrebbero essere facilmente evitati.

Ecco gli errori più comuni che i principianti fanno nel Content Marketing.

1. Nessun piano o strategia

Uno dei più grandi errori che i principianti commettono è non avere un piano o una strategia ed entrare subito all’azione senza sapere cosa stiano facendo. Potresti pensare che la “creazione di contenuti” sia la stessa cosa del “marketing dei contenuti”. Non è così. Il content marketing si basa sempre su una strategia da seguire durante la tua campagna.

È molto importante sedersi e fare un piano per il tuo Content Marketing. Devi avere un’idea di chi saranno i tuoi lettori o clienti, di chi sei e di cosa parla la tua azienda. Una volta che lo saprai, sarai in grado di costruire la tua strategia attorno a queste informazioni.

2. Nessuna comprensione di chi sia il tuo pubblico

Un altro errore molto comune che i marketer alle prime armi commettono è non capire chi sia il proprio pubblico. Secondo uno studio di IBM, il 63% dei clienti ritengono di non essere compresi dalle aziende. Questa è la conseguenza del fatto che le aziende non effettuano ricerche adeguate per scoprire chi è il proprio pubblico di riferimento.

Dopo aver raccolto dati sufficienti sui tuoi potenziali clienti e averli analizzati, dovrai creare buyer personas che ti aiuteranno a capire meglio i tuoi clienti. Devi sapere tutto sui tuoi lettori, dalla loro età alla loro posizione, dagli interessi ai bisogni. Fai i compiti correttamente!

3. Nessuna considerazione per la qualità dei contenuti

La qualità dei contenuti influenzerà direttamente il successo della tua campagna di Content Marketing. Se pubblichi contenuti scadenti o di bassa qualità, nessuno vorrà leggerli. I motori di ricerca noteranno il basso interesse per i tuoi contenuti e le tue pagine non si classificheranno mai in alto. Se vuoi che i tuoi contenuti vengano scoperti, devi renderli utili, interessanti e coinvolgenti.

Il tuo obiettivo principale dovrebbe essere quello di risolvere i problemi dei tuoi clienti. Devi parlare di argomenti a cui sono interessati. Devi rispondere alle loro domande più ardenti. E oltre a questo, devi farlo nel modo più comprensibile per loro.

4. Troppa attenzione su SEO e vendite

Questo è direttamente correlato al punto precedente. Se continui a concentrarti sul tentativo di vendere te stesso o i tuoi prodotti piuttosto che sulla qualità dei tuoi contenuti, nessuno vorrà leggerli  -o visualizzarli, se si tratta di qualcosa di visivo. Allo stesso tempo, non concentrarti solo sulla SEO. Le parole chiave sono importanti, ma non nella misura in cui inizi a riempire i tuoi articoli di parole chiave.

Fai una ricerca adeguata e determina le parole chiave per le quali vuoi posizionarti. Quindi, concentrati su queste poche parole chiave anziché averne dozzine in ogni contenuto che produci. Quando parli di un determinato argomento, concentrati su di esso anziché divergere costantemente dall’argomento per parlare della tua attività.

5. Nessuna Brand Voice o una Brand Voice incoerente

Uno degli obiettivi chiave del Content Marketing è affermarsi come azienda. Proiettare un’immagine della tua azienda e inviare un messaggio al tuo pubblico. Dare un carattere al tuo marchio. Per fare ciò, devi sapere di cosa tratta la tua attività e sviluppare una brand voice che ti farà distinguere dalla massa.

Inoltre, questa brand voice dovrebbe essere coerente con tutto il contenuto che produci, sia sul tuo sito web, sui tuoi profili sui social media, nelle tue e-mail o altrove. Se crei contenuti in lingue diverse o li traduci con l’aiuto di un servizio di traduzione online devi assicurarti che la Brand Voice sia la stessa in tutte le lingue.

6. Nessuna varietà nei formati

Potresti essere in grado di creare i migliori articoli sul web, ma non sarà sufficiente. Devi variare i formati dei contenuti che pubblichi e variare i canali per far arrivare questi contenuti al tuo pubblico. Ecco alcuni esempi di formati di contenuto che puoi provare:

  • Scritto: articoli, post di blog, white paper, guide pratiche, liste di controllo, affitti, case study, liste
  • Immagini statiche: immagini, illustrazioni, infografiche, fotografie, memi
  • Immagini in movimento: GIF, brevi video, lunghi video, animazioni
  • Altro: post sui social media, webinar, podcast, streaming live, quiz, sondaggi

7. Isolare il social media marketing

Molti esperti di marketing e imprenditori credono erroneamente che il Social Media Marketing non faccia parte del Content Marketing. In effetti, il social media marketing dovrebbe essere parte integrante di qualsiasi campagna di marketing digitale. Se la tua attività non ha profili sui social media, è necessario crearli il prima possibile.

Coordina i contenuti che pubblichi in modo da collegare tutti i tuoi vari canali per completarsi a vicenda e servire ad un’unica causa. Se pubblichi un nuovo post nel tuo blog, twittalo e pubblica un post su Facebook.

8. Nessuna comprensione degli argomenti

Il motivo per cui i tuoi contenuti hanno una qualità così bassa potrebbe essere che semplicemente non capisci gli argomenti di cui stai provando a parlare. A lungo andare questo potrebbe causare molti problemi, quindi è necessario eliminare il problema alla radice.

Formati su qualsiasi argomento di cui desideri parlare. Se hai una piccola nicchia, esserne un esperto ti darà un vantaggio rispetto ai tuoi concorrenti. Questo non è solo per il bene dei tuoi clienti ma anche per il tuo.

9. Aspettarsi risultati immediati

Molti principianti credono che il Content Marketing sia un modo semplice e veloce per diventare ricchi, famosi o quant’altro. Questo è un malinteso comune che, a quanto pare, dovrebbe essere scomparso ormai. La verità è che ci vuole tempo per affermarti online e iniziare ad attirare regolarmente enormi quantità di traffico sul tuo sito Web o blog.

Secondo eMarketer il 60% dei marketer crea almeno un contenuto ogni giorno. Questa non è una coincidenza perché l’unico modo per avere successo con il Content Marketing e far crescere il tuo seguito online è produrre contenuti di alta qualità in modo coerente e pubblicare regolarmente.

10. Nessun test o tracciamento delle prestazioni

Ultimo ma non meno importante, devi testare tutto prima di lanciare una campagna e dovresti anche tenere traccia delle tue prestazioni una volta che inizi a creare qualcosa regolarmente. Non tutto funziona per tutti. Ricordatelo!

Prova diversi formati e vedi quali funzionano meglio per il tuo pubblico. Forse apprezzeranno i tuoi webinar o forse adoreranno i tuoi quiz. Dopo esserti affermato con determinati formati e una pianificazione concreta, inizia a monitorare le tue prestazioni e vedi cosa può essere migliorato.

Conclusione

Se provi a evitare questi errori, avrai più possibilità di avere successo con la tua campagna di Content Marketing. Inizia a utilizzare i suggerimenti forniti in questo articolo e sarai in grado di eliminare tutti i possibili modi in cui la tua campagna potrebbe andare storta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Privacy Settings
We use cookies to enhance your experience while using our website. If you are using our Services via a browser you can restrict, block or remove cookies through your web browser settings. We also use content and scripts from third parties that may use tracking technologies. You can selectively provide your consent below to allow such third party embeds. For complete information about the cookies we use, data we collect and how we process them, please check our Privacy Policy
Youtube
Consent to display content from Youtube
Vimeo
Consent to display content from Vimeo
Google Maps
Consent to display content from Google
Spotify
Consent to display content from Spotify
Sound Cloud
Consent to display content from Sound